Dicono di Noi – Il progetto “Andrà tutto pace e bene fa notizia”

Uno “spazio che non c’era” si apre per i giovani. È la web radio “Andrà tutto pace e bene”, che in questi giorni viene testata per essere lanciata online, h 24, a partire dal 1° aprile. L’ha ideata il Maestro Corrado Lazzarini, cuore e testa della Fondazione Pace e Bene, da lui fondata a Montelupone. “Andrà tutto pace e bene” ha vinto la terza edizione del bando “aggregAzione” della Regione Marche, in collaborazione con il Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale.
Si tratta di uno spazio, in cui i giovani potranno esprimersi, confrontarsi, affrontare insieme temi importanti o semplicemente ascoltare buona musica. Due associazioni di volontariato, gli Angel Ranger odv e i Messaggeri del Tempo, lo supporteranno, mettendo a disposizione le proprie competenze tecniche. Ma protagonisti ne saranno i ragazzi, che già hanno aderito numerosi, collegandosi in questi giorni di “prove generali”, dalle 20 alle 22 (www.fondazionepaceebene.it), con proposte molto interessanti per rubriche e approfondimenti.

«In questo momento di vuoto creato dal lockdown, intendiamo facilitare – riferisce Cecilia, dalla Fondazione Pace e Bene – un’aggregazione virtuale, aprendo per i giovani, costretti in questa sorta di limbo, occasioni di incontro e di condivisione. Ma anche di apprendimento: il progetto prevede infatti anche corsi dedicati a ragazzi dai 16 ai 35 anni, mirati a dare competenze, technical skill. In attesa di poterli fare in presenza, nella nostra sede di Montelupone, si possono seguire online: comunicazione in emergenza, leadership ed empowerment, soccorso antincendio, impiantistica. E i corsi, gratuiti, attribuiscono attestati spendibili sul mercato del lavoro e del volontariato».
E la web radio costituirà la “piazza virtuale”, in cui i giovani potranno mettere alla prova la loro creatività. Il Maestro Lazzarini, che si è messo in gioco, col suo carisma e la sua empatia, ha lanciato la sfida: “crea la tua rubrica”. Mentre la cabina di regia continua a fare prove tecniche, tanti ragazzi, che si sono connessi, hanno fatto proposte molto interessanti: tante idee, relative a culinaria, pet care, curiosità sulle influenze astrali, per fare solo qualche esempio. E un padre e un figlio si sono offerti di condurre dibattiti sulle relazioni familiari e amicali. Nelle prime puntate di prova, si è verificato il prodigio che garantisce un “mezzo caldo” come la radio: reazioni ed emozioni, che confermano ai promotori la validità dell’iniziativa.
«Naturalmente, la musica – continua Cecilia – sarà una delle protagoniste assolute: abbiamo cominciato nei giorni scorsi con la rievocazione delle grandi glorie degli anni Ottanta, ancora molto apprezzate dalle ultime generazioni». Questo progetto, che nasce dalla missione di insegnare ai ragazzi a fare squadra, e a ritrovarsi in uno spazio libero, nasce dall’idea che con lo svago è possibile costruire, o ritrovare, un tempo di qualità, di evasione sana e costruttiva. «Il contributo assicurato dal bando è finalizzato alla realizzazione del progetto entro il prossimo dicembre. Ma vogliamo portarlo avanti anche dopo».
Lo spazio che non c’era adesso c’è.


Lucilla Niccolini

Dicono di Noi – Il progetto “Andrà tutto pace e bene fa notizia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su